Storia Mozilla Firefox

Pubblicato il da Tommaso Spegne Schiavoni

FIREFOX 1 

Il lancio della versione 1.0 è stato un evento di notevoli dimensioni, se si considera che si tratta di software liberofirefox.jpg
non commerciale. Tra le altre iniziative è stata lanciata una sottoscrizione con l'obiettivo di pubblicare una pagina pubblicitaria sul
 New York Times il giorno del lancio, che ha raccolto complessivamente 250.000 dollari.  Nonostante una lunga campagna di testing alcuni bug abbastanza fastidiosi sono presenti nella versione 1.0 definitiva. Il più noto di questi è il bug 252371, che causa l'impossibilità di cercare una parola all'interno di un campo di testo. Per ovviare a questi problemi, nei sei mesi successivi al lancio sono state rilasciate quattro "minor releases", il cui scopo era quello di risolvere i bug trovati.

Firefox 1.5 

Annullato il lancio della release 1.1, intesa come versione con funzionalità migliorate, relegandola a semplice "bug fix", la comunità di Mozilla ha rilasciato il 29 novembre 2005 la versione successiva alla 1.0, la 1.5, che incorpora maggiori novità di quelle che erano state pianificate inizialmente. Gli sviluppatori del browser hanno motivato il "salto" affermando che il numero di versione 1.1 avrebbe rischiato di far passare la prossima evoluzione di Firefox per una release minore, e questo non avrebbe reso giustizia al numero e all'importanza delle novità che invece porta con sé. La novità più importante è data della nuova versione 1.8 del motore di rendering Gecko. Come ha spiegato nel proprio blog Asa Dotzler, noto sviluppatore di Mozilla Foundation, tra la versione 1.7 e la 1.8 di Gecko vi sono 16 mesi di sviluppo: ciò sarebbe già sufficiente, secondo Dotzler, per giustificare il cambio di versione. Oltre al nuovo Gecko, Firefox 1.5 include un rinnovato sistema per l'aggiornamento del software e la gestione delle estensioni, un menu "Opzioni" profondamente riorganizzato, il supporto allo standard grafico vettoriale SVG e una suite di strumenti per la creazione di interfacce e applicazioni client basate su Firefox. L'ultimo aggiornamento è avvenuto il 30 maggio 2007 con la versione 1.5.0.12.

Firefox 2 

La roadmap dello sviluppo di Firefox 2 ha subito vari cambiamenti in corso d'opera; la prima versione alpha fu rilasciata il 21 marzo 2006, la prima beta risale al 12 luglio mentre la release candidate al 26 settembre. La versione finale è stata rilasciata il 23 ottobre 2006, una settimana dopo il lancio di Windows Internet Explorer 7, il nuovo browser della Microsoft, avvenuto il 18 ottobre e conta, sul sito ufficiale, più di 579 milioni di download.  Mozilla Firefox 2 presenta numerose innovazioni e miglioramenti rispetto alla precedente versione, con particolare attenzione verso la sicurezza e l'affidabilità. L'ultimo aggiornamento è arrivato il 18 dicembre 2008 con la versione 2.0.0.20, dopo la quale Mozilla ha annunciato che non verranno rilasciati ulteriori aggiornamenti per Firefox 2.0.

Firefox 3 

Lo sviluppo di Firefox 3 è iniziato il 13 agosto 2005, qualche mese prima di quello di Firefox 2 . La prima versione alpha risale all'8 dicembre 2006, la prima beta al 20 novembre 2007 e la prima release candidate al 16 maggio 2008. La versione finale fu rilasciata il 17 giugno dello stesso anno, e al 2 luglio 2008 contava 28 340 281 download. Durante lo sviluppo si accumularono numerosi ritardi: inizialmente, infatti, il rilascio della versione finale era previsto per il novembre del 2007Mozilla Firefox 3, già a partire dalla prima versione alpha, non supporta più i sistemi operativi Windows 95, 98, Me e NT 4, e implementa la nuova versione 1.9 del motore grafico Gecko; nella versione per il sistema operativo Mac OS X è stata introdotta un'interfaccia grafica basata su Cocoa al posto di Carbon. L'ultimo aggiornamento è stato reso disponibile il 30 marzo 2010 con la versione 3.0.19, dopo la quale Mozilla ha annunciato che non verranno rilasciati ulteriori aggiornamenti per Firefox 3.0.

Firefox 3.5 

La prima versione alpha di Mozilla Firefox 3.5, nato inizialmente con il nome di Firefox 3.1, venne rilasciata il 28 luglio 2008, la prima beta il 14 ottobre e la prima release candidate il 16 giugno 2009. La versione definitiva venne pubblicata il 30 giugno 2009.nQuesta versione ottiene un punteggio di 93/100 sui test Acid3. Con l'arrivo della nuova versione di Mozilla Firefox i download hanno superato la quota di un miliardo. L'ultimo aggiornamento è stato reso disponibile il 28 aprile 2011 con la versione 3.5.19, dopo la quale Mozilla ha annunciato che non verranno rilasciati ulteriori aggiornamenti per Firefox 3.5.

Firefox 3.6

Le prime versioni di test di Firefox 3.2 vennero rese disponibili sui server della Mozilla il 2 dicembre 2008. Dopo che la versione 3.1 cambiò nome in 3.5, anche la 3.2 venne di conseguenza rinominata in 3.6. La prima versione alpha fu rilasciata il 7 agosto 2009, la prima beta il 30 ottobre, la prima release candidate l'8 gennaio 2010 e la versione finale il 21 gennaio. Tra le principali novità, questa versione ottiene un punteggio di 94/100 sui test Acid3, introduce il supporto ai font scaricabili WOFF e supporta nativamente i temi leggeri "personas". Inoltre il compilatore Javascript Tracemonkey ha subito vari miglioramenti. Con la versione 3.6.4, viene introdotta l'esecuzione separata dei plug-in: Firefox, in questo modo, gestisce i plug-in tramite un processo separato. Ciò permette al browser di Mozilla di funzionare con due processi separati, tenendo quindi plug-in come Flash Player, QuickTime, ecc. separati dal navigatore ed evitando, dunque, che l'eventuale blocco di un componente aggiuntivo possa coinvolgere anche il browser.

Firefox 4 

Già nel 2007 Brendan Eich, capo del team tecnico Mozilla, annunciava dei piani per Firefox 4.  Dal 20 febbraio al 13 maggio 2008 furono rilasciate alcune build preliminari. Successivamente tali build vennero rinominate col nome di Firefox 3.1. La prima versione beta risale al 6 luglio 2010. A febbraio 2011 il product manager di Firefox, Mike Beltzner, ha annunciato l'intenzione di rilasciare le versioni 4, 5, 6, 7 e 8 del browser entro la fine dell'anno.  In effetti da questo momento in poi le versioni si susseguiranno ad un ritmo incredibile, se considerato che per arrivare alla versione 3 ci sono voluti vari anni, e che in pochi mesi si arriverà alla versione 11. La versione stabile di Firefox 4 è stata rilasciata il 22 marzo 2011. È basato sul motore di rendering Gecko 2.0. Le principali novità rispetto alle versioni precedenti sono il totale rinnovamento dell'interfaccia grafica, con l'eliminazione delle finestre di dialogo e la scomparsa dei menù degli strumenti, sostituito da un solo pulsante di raggruppamento delle funzioni, un nuovo compilatore Javascript più veloce denominato Jaegermonkey e un maggior supporto dell'HTML5 e l'utilizzo di un processo separato per ogni plugin. Secondo le scheda tecnica fornita nel sito Mozilla,  Firefox 4.0 risulta 6 volte più veloce di Firefox 3.6, raggiungendo nel test v8 un punteggio di 5189. Firefox 4 e successivi ottengono il punteggio di 100/100 sui test Acid 3.

Firefox 5 

Lo sviluppo di Firefox 5 è iniziato subito dopo l'uscita di Firefox 4 e già dal 20 maggio 2011 sono divenutefirefox 3 disponibili le prime beta di Firefox 5, poi rilasciato in versione definitiva il 21 giugno 2011. Questa versione supporta le animazioni CSS, e vanta un migliore rispetto degli standard HTML 5, MathML, SMIL, XHR, una migliore gestione dell'oggetto cavas, una migliore gestione della memoria e migliori prestazioni in JavaScript. In più è stata riposizionata l'opzione Do Not Track, spostandola dalla sezione "Avanzate" alla sezione "Privacy" ed è stata migliorata la sicurezza dei contenuti in WebGL. Per quanto riguarda la versione Linux, Firefox 5 fornisce una migliore integrazione con il sistema operativo. Una novità di Firefox 5 è che tale versione ha iniziato la tecnica Mozilla del "Rapid Release", ovvero del rilasciare nuove versioni a ritmo serrato, circa una ogni due mesi. Tale tecnica è utilizzata anche oggi e sembra riscuotere successo nel pubblico, anche se qualcuno non apprezza i "Rapid Release" per le poche differenze visibili ad utenti poco esperti.

Firefox 6 

Come previsto dal nuovo ciclo di sviluppo, le prime versioni di test di Firefox 6  sono state rilasciate subito dopo che Firefox 5 è entrato nel canale aurora. La prima versione beta è uscita in contemporanea con l'uscita di Firefox 5, il 21 giugno 2011, e la versione definitiva è uscita il 16 agosto 2011. Le novità nell'interfaccia riguardano solamente la barra degli indirizzi, dove viene ora messo in evidenza il dominio del sito che si sta visitando. Un'altra modifica minore per quanto riguarda l'interfaccia è il miglioramento dell'aspetto del site identity block.  È stato ridotto il tempo di avvio del programma usando panorama, aggiunto un menu per sviluppatori web, dove sono riuniti tutti gli strumenti di sviluppo, ed è stato aggiunto loscratchpad, strumento utile per testare codice javascript.

Firefox 7 

Firefox 7 è stato rilasciato il 27 settembre 2011. L'obiettivo principale di questa versione è minimizzare il consumo di memoria RAM, con una riduzione del 20-30% ed in alcuni casi anche del 50%, grazie al progetto MemShrink, lanciato da Mozilla nel primo quadrimestre del 2011. Da questa versione, inoltre, firefox sync sincronizzerà quasi istantaneamente le modifiche apportate a segnalibri e password. Per quanto riguarda l'interfaccia utente, si può notare che è stato nascosto il prefisso "http://" dalla barra degli indirizzi; va ricordato che se si taglia o copia un indirizzo dalla barra, il prefisso sarà incluso.  E' stata inoltre introdotta la possibilità, disabilitata di default, di mandare dati anonimi sulle prestazioni di Firefox per migliorarne le future versioni, chiamata Telemetry.

Firefox 8 

Firefox 8 è stato rilasciato l'8 novembre 2011. Il nuovo browser integra molte novità, tra cui spicca principalmente un nuovo sistema per la gestione degli add-on di terze parti, che sono disabilitati di default. Al primo avvio verrà poi chiesto di scegliere quali add-on si vogliono matenere e quali no. Questa versione integra anche Twitter nella barra di ricerca, ma solo in alcune lingue. È stata inserita, inoltre, un'opzione per caricare schede solo quando selezionate, migliorando i tempi di avvio quando vengono ripristinate.

Firefox 9

Firefox 9 è stato rilasciato il 21 dicembre 2011. L'interprete Javascript di Firefox 9 integra una funzionalità di Type inference, che permette di velocizzare il caricamento di siti con tanto codice JavaScript dal 20 fino al 30 percento. Il codice viene ottimizzato per il tipo di dato che un oggetto racchiude durante l'esecuzione, cosa non prevista dalla sintassi Javascript. Viene migliorato il supporto con HTML5, MathML e CSSA distanza di poche ore dalla release è stata rilasciata la versione 9.0.1, che corregge un bug che affliggeva soprattutto gli utenti Mac.

Firefox 10 

Firefox 10 è stato rilasciato il 31 gennaio 2012. Rispetto alla versione precedente, i cambiamenti introdotti in Firefox 10 sono decisamente più significativi. L'unico cambiamento "estetico" è rappresentato dalla scomparsa del pulsante per l'avanzamento nelle pagine web che, in realtà, rimane nascosto fino a che non se ne avrà effettivamente bisogno. Dal punto di vista dei cambiamenti interni si segnala in particolare l'introduzione, per ora parziale, di un sistema di auto-aggiornamento per l'applicazione. Sempre riguardo gli update, le estensioni o gli add-ons che non sono compatibili con la nuova versione saranno disabilitati in automatico. In parallelo all'uscita di FF10, Mozilla ha rilasciato anche una particolare versione del software targata "Extended Support Release"; A caratterizzare questa versione "ESR" sarà anzitutto il ciclo di vita molto più lungo delle versioni standard. Se per queste ultime ormai Mozilla rilascia una nuova release ogni 6 settimane, per la ESR l'aggiornamento avverrebbe ogni 54 settimane. Anche la fase di transizione tra due versioni Extended avverrà con maggiore gradualità garantendo alla vecchia release 12 settimane di supporto dopo il lancio della nuova versione. La motivazione che ha spinto Mozilla a creare questa versione è da ricercare nei problemi che hanno colpito le aziende impossibilitate dall'aggiornare il software ogni 6 settimane. Inoltre, non meno preoccupante, era la difficoltà degli sviluppatori ad aggiornare assiduamente gli add-on. Per quanto riguarda il supporto alle varie piattaforme, la fondazione ha deciso di abbandonare quello per Windows XP SP 1 e per Windows 2000, questo a causa dell'adozione di Visual Studio 2010 nello sviluppo delle future Release di Firefox. Tutto ciò si traduce in un aumento delle performance, grazie all'alleggerimento del codice sorgente. Tra le novità, inoltre, è stato aggiunto il supporto alle API per il Full Screen per le Web App e alla tecnologia CSS3 3D Transform. Introdotto anche l'Anti-Aliasing per il WebGL, corretti molti Bug, migliorato il consumo di RAM, migliorato lo scorrimento con il cursore. Ora è anche possibile visualizzare le statistiche sui video HTML5 ed è stata ulteriormente migliorata la sincronizzazione di Firefox Sync.

Firefox 11

Firefox 11 è stato rilasciato il 14 marzo 2012. La nuova versione del browser debutta con nuovi strumenti di sviluppo, la sincronia delle estensioni e una soluzione per permettere una migrazione più semplice agli utenti Chrome. Vengono ampliate inoltre le funzionalità di Firefox Sync per consentire agli utenti di sincronizzare gli add-on. Viene introdotto Page Inspector 3d View che è un potente strumento di layout visivo presente solo in Firefox basato su WebGL.
Futuro 
Dalla versione 4 di Firefox, Mozilla ha deciso di rilasciare una nuova versione ogni sei settimane, dividendo lo sviluppo in tre fasi: attualmente, Firefox 13 è inserito nel ramo di sviluppo "Aurora", che serve a stabilizzare le novità in arrivo dal ramo più instabile, chiamato "Nightly", per il rilascio delle versioni nel ramo "Beta". Una lista delle funzionalità, attualmente in via di sviluppo, che verranno incluse nelle prossime versioni di Firefox è disponibile sulla wiki della Mozilla.

Con tag Computer

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post